Il forum di MeteoToscana

Il forum di MeteoToscana (http://www.meteotoscana.it/forum/index.php)
-   Parliamo di clima e meteorologia (http://www.meteotoscana.it/forum/forumdisplay.php?f=10)
-   -   Siccità 2012 (Il grave problema) !!! (http://www.meteotoscana.it/forum/showthread.php?t=3956)

stefano67 09-03-2012 12:09

Siccità 2012 (Il grave problema) !!!
 
Apro questo nuovo topic dove mettere tutte le notizie e articoli della siccità in Toscana

Domandone : ci dobbiamo preoccupare ?

pluscy 09-03-2012 13:11

Riporto qui il link dove è possibile vedere il resoconto idrico sulla nostra regione di febbraio. Ovviamente se cambiate mese e anno potete farvi un idea più precisa della situazione.

http://www.sir.toscana.it/index.php?IDS=4&IDSS=321

Stefano io sono preoccupato e anche se ho visto più di 20cm di neve a febbraio ti posso dire che il terreno è secco come se non fosse successo niente.. marzo sembra continuare sulla stessa falsariga di questi ultimi 6/7 mesi. Per trovare mesi decentemente piovosi bisogna andare a Luglio 2011. Credo, ma potranno essere più precisi altri utenti che sono più preparati di me, che aver avuto due anni consecutivi di forti anomalie negative nel pacifico ( la nina), possa aver influenzato molto questo aspetto.
A tal proposito sul manuale di meteorologia di Giuliacci a proposito della nina scrive " QUANDO LE ACQUE, NEL PACIFICO, SI RAFFREDDANO IN MANIERA ANOMALA, LE STAGIONI INVERNALI SULL'ITALIA SI RIVELANO MENO PIOVOSE DEL SOLITO O, ADDIRITTURA SICCITOSE" inoltre aggiunge che " TALE LEGAME FRA IL RAFFREDDAMENTO DLLE ACQUE SUPERFICIALI DEL PACIFICO E LE NOSTRE PRECIPITAZIONI INVERNALI SEMBRA MANIFESTARSI SOLO IN OCCASIONE DEGLI EPISODI PIù INTENSI DI LA NINA".

Ovviamente se pensiamo che veniamo da due annate consecutive con forti anomalie negative si capisce il perchè di tale situazione.

iggaggio 09-03-2012 15:09

http://www.meteogiornale.it/notizia/...lpa-della-nina

con questo articolo Ivan Gaddari mostra in maniera abbastanza oggettiva gli effetti (medi statistici) di un ENSO negativo.

qui troviamo invece un riassunto degli anni passati basati sull'Ocean Nino Index
http://ggweather.com/enso/oni.htm

Generalizzare o basare le proprie argomentazioni e previsioni sulla statistica in meteorologia non ti dà mai la certezza di essere nel giusto, perché sebbene il passato aiuti, non ci sono garanzie sui risultati futuri partendo da condizioni simili.

Mantenendomi volontariamente sul vago, senza stare a riguardare nel dettaglio certi eventi e tenendo ben presente il primo articolo linkato, posso dire che:

gli eventoni storici (freddi e nevosi) dovuti a imponenti retrogressioni sono tutti figli della nina (da debole a moderata) ma sono anche rari per l'appunto (e saltano, o colpiscono meno a livello precipitativo, l'alta toscana);
la siccità per le regioni settentrionali e centro occidentali è infatti molto più ricorrente in casi di nina per vari motivi che non sto ad analizzare singolarmente (anomalie atlantiche, alta delle azzorre maldisposta, wave train praticamente bloccato, NAO+ anche nei passaggi di AO- ecc. ecc.)

La notizia positiva è che a giudicare dai forecasts, questo ciclo di Nina pare esser giunto alla fine (nei prossimi mesi):
http://www.cpc.noaa.gov/products/peo...no34SSTMon.gif

e già adesso analizzando le SSTA non si vede più quell'anomalia fredda pronunciata che ha caratterizzato questo tipo di carta per quasi due anni!!!

http://weather.unisys.com/surface/sst_anom.gif

qui forse si intravede un po' meglio il progressivo riassorbimento delle anomalie:
http://www.cpc.noaa.gov/products/ana...e/sstaanim.gif

Da qui a dire che si riaprirà subito la porta atlantica e inizierà una fase con precipitazioni "old style" però ce ne corre!!! Perchè? Beh perché intanto il lag temporale di riassorbimento degli effetti è più lento del riassorbimento effettivo dell'anomalia, è necessario molto tempo per metabolizzare le nuove condizioni pacifiche e non è detto che "incrociandole" con la situazione degli altri indici oceanici e atmosferici si trovi una configurazione propriamente favorevole... è comunque un attore importante che sta per andarsene lasciando una pesantissima e preoccupante eredità, staremo a vedere.

Ho letto che alcuni già confidano in un aprile molto piovoso, io sono un po' scettico, sia sulla tempistica sia sulla distribuzione della piovosità perché guardando le reanalisi portate da questi esperti mi pare di vedere discordanze notevoli con altri fondamentali indici oceanici (in primis AMO e PDO); ma magari sono io che per mancanza di tempo non ho approfondito bene visto che non sono espertissimo in materia. Staremo a vedere, io sono uno di quelli che non campa col turismo estivo per cui molto egoisticamente posso dire che ci starei benissimo a sacrificar la stagione estiva, però so benissimo che per la siccità le piogge primaverili contano molto di più di quelle estive e per adesso non son molto fiducioso.

pluscy 09-03-2012 16:35

Citazione:

Originariamente Scritto da iggaggio (Messaggio 69301)
http://www.meteogiornale.it/notizia/...lpa-della-nina

con questo articolo Ivan Gaddari mostra in maniera abbastanza oggettiva gli effetti (medi statistici) di un ENSO negativo.

qui troviamo invece un riassunto degli anni passati basati sull'Ocean Nino Index
http://ggweather.com/enso/oni.htm

Generalizzare o basare le proprie argomentazioni e previsioni sulla statistica in meteorologia non ti dà mai la certezza di essere nel giusto, perché sebbene il passato aiuti, non ci sono garanzie sui risultati futuri partendo da condizioni simili.

Mantenendomi volontariamente sul vago, senza stare a riguardare nel dettaglio certi eventi e tenendo ben presente il primo articolo linkato, posso dire che:

gli eventoni storici (freddi e nevosi) dovuti a imponenti retrogressioni sono tutti figli della nina (da debole a moderata) ma sono anche rari per l'appunto (e saltano, o colpiscono meno a livello precipitativo, l'alta toscana);
la siccità per le regioni settentrionali e centro occidentali è infatti molto più ricorrente in casi di nina per vari motivi che non sto ad analizzare singolarmente (anomalie atlantiche, alta delle azzorre maldisposta, wave train praticamente bloccato, NAO+ anche nei passaggi di AO- ecc. ecc.)

La notizia positiva è che a giudicare dai forecasts, questo ciclo di Nina pare esser giunto alla fine (nei prossimi mesi):
http://www.cpc.noaa.gov/products/peo...no34SSTMon.gif

e già adesso analizzando le SSTA non si vede più quell'anomalia fredda pronunciata che ha caratterizzato questo tipo di carta per quasi due anni!!!

http://weather.unisys.com/surface/sst_anom.gif

qui forse si intravede un po' meglio il progressivo riassorbimento delle anomalie:
http://www.cpc.noaa.gov/products/ana...e/sstaanim.gif

Da qui a dire che si riaprirà subito la porta atlantica e inizierà una fase con precipitazioni "old style" però ce ne corre!!! Perchè? Beh perché intanto il lag temporale di riassorbimento degli effetti è più lento del riassorbimento effettivo dell'anomalia, è necessario molto tempo per metabolizzare le nuove condizioni pacifiche e non è detto che "incrociandole" con la situazione degli altri indici oceanici e atmosferici si trovi una configurazione propriamente favorevole... è comunque un attore importante che sta per andarsene lasciando una pesantissima e preoccupante eredità, staremo a vedere.

Ho letto che alcuni già confidano in un aprile molto piovoso, io sono un po' scettico, sia sulla tempistica sia sulla distribuzione della piovosità perché guardando le reanalisi portate da questi esperti mi pare di vedere discordanze notevoli con altri fondamentali indici oceanici (in primis AMO e PDO); ma magari sono io che per mancanza di tempo non ho approfondito bene visto che non sono espertissimo in materia. Staremo a vedere, io sono uno di quelli che non campa col turismo estivo per cui molto egoisticamente posso dire che ci starei benissimo a sacrificar la stagione estiva, però so benissimo che per la siccità le piogge primaverili contano molto di più di quelle estive e per adesso non son molto fiducioso.

speravo proprio in un tuo intervento gabriele.. quoto tutto quello che hai scritto riga per riga.. e sono daccordo con te sia sulla difficoltà e non immediatezza di un cambio di regime pluviometrico sia sul fatto che con la situazione in essere sarei ben disposto a rinunciare ad un estate calda per una piovosa che possa, almeno in parte, risolvere questo periodo siccitoso.
Ovviamente nel mio intervento non volevo intendere che solo la nina è la causa di questa situazione. Sappiamo bene che ci sono tantissimi fattori ( alcuni li hai citati te) che hanno avuto un ruolo importante. Ma credo che la nina cosi come il nino influenzando il più grande bacino oceanico sulla terra siano degli attori assolutamente protagonisti delle scene climatiche.

fabri93 09-03-2012 20:27

Ho aperto anche io un topic,non è mio intento far passare in secondo piano questo perchè il mio è un'analisi per la prossima settimana.
Non posso che quotare Damiano e Gabriele,ottime e interessanti oppinioni ;)
Qui sotto metto anche io un'altro interessante articolo del colonello guidi passatomi da un'amico:
http://meteolive.leonardo.it/news/In...cos-e--/17292/

Simo87 09-03-2012 21:09

Una cosa è certa: se continua così, qualcuno finisce male....

A me se la stagione estiva venisse diciamo imbruttita dalla pioggia non mi parrebbe il vero, starei proprio bene, dopo tutto il caldo dello scorso anno...
Ma dubito che in estate piova più che in primavera. Quindi, secondo me, o piove nei prossimi tre mesi o saranno guai :?

Intanto, il Canale della Chiana attualmente è solamente 0.25 metri più alto del livello minimo raggiunto nell'estate 2011.

Sono curioso di vedere come va a finire questa situazione....

fabri93 09-03-2012 21:14

Non posso che quotarti simo

iggaggio 10-03-2012 15:41

per completezza sul discorso nina (futura) aggiungo che non c'è affatto uniformità di vedute, questo è un po' il riassunto delle varie visioni dei principali centri di calcolo mondiali:

http://www.lamma.rete.toscana.it/pre...onali/ENSO.png

la lascio in versione autoaggiornante, almeno vediamo come evolve.

eros 10-03-2012 17:28

un estate piovosa piglierebbe male,piu che altro spero che le piogge arrivino tra la fine di marzo,aprile e maggio.già se inizia a piovere adesso non è il massimo,se piove d estate poi è quasi come se non piovesse,basta un pò di sole e rievapora tutto,il momento per rifornire maggiormente le falde acquifere dura fino a marzo,per questo credo che quest estate sarà dura per molti,anche se pioverà bene nei prossimi 2-3 mesi(cosa a cui credo poco) il deficit sicuramente non sarà colmato del tutto.

Simo87 12-03-2012 20:51

Che tristezza vedere di marzo spaghi come sono in questi giorni: freddo zero, piogge meno di zero. Spaghi allineati per tanti giorni. Dal punto di vista meteo questa settimana è già finita!

http://img850.imageshack.us/img850/61/spaghi.png

Per quanto riguarda le piogge di Arezzo, nei primi 2 mesi sono stati fatti 51.6 mm. Abbiamo fatto peggio dello scorso anno, che tra gennaio e febbraio 2011 ci furono 60.5 mm. La media di questi due mesi invece sarebbe di 97.9 mm.

E faremo molto peggio in questo 2012 se sommiamo marzo, dato che lo scorso anno marzo fu il mese più piovoso con 90.2 mm. Attualmente invece marzo segna la bellezza di 1.5 mm e non sembra voglia cambiar piega!

Speranze riposte nei prossimi 2 mesi, dato che aprile e maggio sono mediamente più piovosi ad Arezzo. Se fallissero anche loro, sarebbe dura arrivare a fine estate...contando che in estate in genere ci sono temporali localizzati e poi basta un giorno di sole che asciuga tutto!


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21:02.

Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.